mercoledì 21 aprile 2010

Gastronomia di Burgio (Agrigento)




Prelibatezze dell'arte culinaria tradizionale ed antichi sapori.
Dolci tipici sono la grabuscia (pasta di pane fritta e ricoperta di zucchero), la tabisca (schiacciata di pasta di pane in forno e condita con olio, sale, pepe e formaggio pecorino).
L'8 Dicembre, per l'Immacolata, è possibile gustare la muffuletta (schiacciata di pasta di pane in forno e condita con olio, sale, pepe, formaggio e sarda salata).
Per S.Lucia (13 Dicembre), invece, è tradizione preparare la cuccia (frumento prima bollito e poi condito con vino cotto oppure con creme di ricotta o di latte e cioccolato).
Ed infine, i piatti tipici delle feste, per Natale si preparano le cuddureddi cu i ficu (pasta dolce con fichi secchi, mandorle e zuccata), i tetù e i taralli (biscotti di pasta frolla ricoperti di una glassa di zucchero).
I prodotti tipici dell'agricoltura burgitana (arance, pesche, olive) sono tra i più rinomati della produzione siciliana per la preziose qualità organolettiche che possiedono.
La lavorazione del latte ha dato origine a varietà squisite di formaggi tipici (primosale, canestrato, ricotta) e la stessa maestrìa nell'elaborazione di ricercatezze culinarie è possibile ritrovarla nelle gustosissime salsiccie cotte alla brace insieme alle stigghiole (budella di agnello farcite con cipollotti, sale e pepe).

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento